Lettera di Conftrasporto-Confcommercio al Governo italianoIndicate le priorità d'intervento per venire in soccorso al settore



"Con la chiusura dei cantieri e delle attività produttive, anche l’operatività delle imprese di autotrasporto (su gomma e marittimo-portuale, NdR) si è drasticamente ridotta, e la percentuale di perdita, stimata due settimane fa dal Cerved nel 30 per cento, è praticamente raddoppiata nel giro di soli 14 giorni".

La fotografia di un periodo che vede, per il settore, un calo medio dei fatturati di oltre il 60 per cento, con punte del 90 per cento, è stata scattata da Paolo Uggè, Vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio. Per scongiurare il fallimento di un comparto vitale, ha indicato le priorità d'intervento all'interno di una lettera indirizzata al Governo italiano

Per quanto attiene ai trasporti e alla logistica, di seguito, in sintesi, le notazioni portate all'attenzione del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dei ministri Paola De Micheli (Infrastrutture e Trasporti), Roberto Gualtieri (Economia e Finanze), Nunzia Catalfo (Lavoro e Politiche Sociali):

  • estensione della proroga di validità delle revisioni anche nei trasporti internazionali (da portare avanti con l'Unione Europea) e permesso, per i veicoli pesanti, di affidarsi anche a officine private;
  • previsione di deroghe ai tempi di guida/riposo;
  • sospensione, sino a fine emergenza Coronavirus, del calendario dei divieti di circolazione per i veicoli pesanti fuori dai centri abitati;
  • proroga al 31 ottobre dei termini per il super ammortamento;
  • previsione di rimborso integrale delle accise sul gasolio;
  • proroga degli adempimenti sui depositi carburante minori e, sino a fine 2020, dell'entrata in vigore delle disposizioni relative a quelli a uso privato

Leggi il testo integrale della lettera di Conftrasporto-Confcommercio

Partner